Press Review

Press Review

Gli Archimedi, innovativo ed atipico trio d’archi che intende dare lustro e rimettere in vetrina grandi classici del Jazz, del Folk e della Classica con risultati spiazzanti e sorprendentemente stravolti…Gli Archimedi hanno varcato, con inopinabile maestria, un diverso confine musicale del presente  adescando sì, dall’immortalità del passato, ma attualizzando gli spartiti con l’eleganza del loro talento.”  (Max Casali, L’sola Che Non C’era)

…con i loro strumenti viaggiano in cerca di autore, riuscendo a trasformare brani che non sono stati scritti per un trio d’archi e ad adattarseli addosso come se fossero loro…”(Marco Valerio Sciarra, Magazzini Inesistenti)

Gli Archimedi giocano con i termini e con le parole anche se i loro brani diventano delle vere e proprie suite musicali dove l’incontrarsi e il fondersi di diverse sonorità crea un equilibrio sempre costante, quasi sul filo invisibile di un rasoio che sa tagliare se governato.” (Davide Peron, Indiepercui)

“Se il successo dei 2 Cellos e’ arrivato con i remake di Thunderstruck degli Ac/Dc, allora anche Gli Archimedi possono stravolgere Charlie Parker, Edith Piaf, Mozart, Chuck Berry…” (Giancarlo Passarella, Musicalnews)

“Violino, violoncello e contrabbasso vanno in cerca di nuove sonorità, si divertono a sperimentare, dialogano cambiando voce.” (Alias – Il Manifesto)

“Col loro primo disco “Forvojaĝi” Gli Archimedi non si limitano a mostrare la capacità tecnica e la sensibilità dei tre musicisti, ma esibiscono l’incredibile versatilità degli strumenti ad arco con un crossover di generi ambizioso che regala un risultato omogeneo nella sua policromia….Lo scambio dei ruoli tradizionali tra gli strumenti aiuta, inoltre, a rompere la monotonia che ci si potrebbe aspettare da un progetto costituito di tre soli archi…L’ambizioso album de Gli Archimedi riesce a svestirsi di ogni dogma e regola in ognuno dei generi che tocca coprendosi di colori diversi ed unici che colpiscono man mano che si prosegue con l’ascolto. Il trio d’archi riesce a ribaltare ogni regola e crearsi un’identità peculiare che naviga tra generi.” (Edoardo Marcarini, BlogFoolk)

Skills

Posted on

23/06/2019

Skills

Posted on

23/06/2019

INFORMATIVA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.